Recensione: «Gekrisi» di LorisDalì, cantautore satirico

«LorisDalì» è un cantautore folk al secondo album in studio: dopo «Scimpanzé», del 2015, che ha catturato l’attenzione della critica (lodato da riviste come Rockerilla, Rumore, Blow Up, Il Mucchio) lo scorso novembre è uscito «Gekrisi», 12 tracce di pura musica «come una volta». Prendi solo strumenti analogici, un polistrumentista (LorisDalì qui suona parti di piano, basso, chitarra e percussioni), aggiungi il battito delle mani, il fischio, lo schiocco delle dita, un uso sapiente della voce: l’album è tutto questo e qualcosa in più, visto che di certo meritano una menzione i testi. Le fonti di ispirazione spaziano dal cantautorato classico (troviamo citazioni di Battisti, Mogol, De Andrè, Capossela…) al mondo «dei consumi» contemporaneo (Bukowski, CSI, Raffaella Carrà), fino ad arrivare ai film, alla commedia all’italiana che descrive scomode realtà e cattive abitudini del Belpaese.

«Gekrisi», disco autoprodotto, racconta le tante facce e le diverse storie del vivere quotidiano: la canzone omonima e Jack Risi  (pezzo che unisce l’umorismo al blues old-school) narrano l’esistenza, a volte amara, del cantautore-tipo, che gira l’Italia «per qualche euro di cachet» e che ha suonato «nei peggiori bar di campagna»;  Altri tempi (interpretata dal padre dell’artista) è una sorta di raccolta in rime delle massime di vita dei nostri anziani, per cui «ai loro tempi» era tutto migliore, più genuino, più spensierato; Una canzone d’amor è una presa in giro di tutti i brani sentimentali e melensi di cui è piena la canzone italiana. Tra umorismo e satira, tra rivendicazione del proprio ruolo e dileggio dell’«ascoltatore medio», tra momenti alti e drammatici (Migrante) e la canzone popolare (Sant’Antonio) «Gekrisi» risulta un disco accattivante, per nulla scontato ma sapientemente arrangiato. Chapeau! 

Ho 23 anni, sono una studentessa di Linguistica, credo nella parità tra esseri umani e nel valore fondante della Cultura e dell’Arte per la nostra società. Ho creato e dirigo Incipit, scrivo anche per lavocechestecca.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *