Storie, quinta tappa

Dietro ogni storia ritrovo una parte di me: i sogni, le difficoltà della vita quotidiana, le parole non dette, nascoste dietro uno sguardo, un gesto, l’imbarazzo di essere davanti ad un estraneo a raccontare qualcosa della propria vita, il silenzio.

Marco è un ragazzo che frequenta l’Accademia di Belle Arti di Venezia e che racconta il suo grande viaggio da Roma, un percorso fisico e mentale attraverso i suoi sogni e le sue aspirazioni.

Marco, foto dell'autrice
Marco, foto dell’autrice.

«Sono da Roma, facevo il liceo scientifico quando ho capito che quella non era la mia strada e in un momento di crisi, ho mollato la scuola.

Durante l’estate ho lavorato per racimolare un po’ di soldi per pagarmi una scuola paritaria e ho iniziato da capo gli studi presso un liceo artistico paritario.

Nel corso del quarto anno del liceo artistico ho scoperto la pittura che andava di pari passo con la passione per i tatuaggi.

Decisi di iscrivermi all’Accademia di Belle Arti di Roma ma anche in quel caso ho incontrato varie difficoltà in quanto non avevo i requisiti necessari per entrare. Quindi, dopo svariate telefonate, l’Accademia di Venezia mi diede il via libera per iscrivermi. Così feci i bagagli e arrivai a Venezia.

Marco, foto dell'autrice.
Marco, foto dell’autrice.

Il mio pallino resterà sempre fare il tatuatore. Il tatuaggio lo vedo come un rito, una cosa che incidi sulla pelle e che diventa una storia, la tua storia narrata su pelle, è come un libro da decifrare: solo chi sa la simbologia che sta dietro ogni figura lo può capire.

Vorrei fare un lavoro sul tatuaggio in cui ogni singola persona mi parla della sua storia e io la reinterpreto, trasformandola in immagine.

Questo permetterebbe di rendere il tuo tatuaggio unico, differente da come oggi è considerato.

Dai valore a quello che vai ad incidere sulla pelle rendendo il tatuaggio un rito di passaggio».

 

Mi chiamo Giulia,ho 23 anni e studio all’Accademia di Belle Arti di Venezia.
Mi piace il cinema,passeggiare e fotografare …
Sono una persona irrequieta ma sto iniziando a darmi una calmata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *