Storie, quarta tappa

Ho incontrato la signora Bea a una mostra a Venezia. E così, in modo totalmente irrazionale, ho deciso di affidare il destino della quarta tappa di Storie a lei.

Mi accoglie molto cordialmente e inizia a raccontarmi il lungo viaggio temporale che l’ha portata a Venezia quel giorno.

Bea, foto dell'autrice.
Bea, foto dell’autrice.

«Sono nata a Venezia, era da tanto che non ritornavo, soprattutto da sola. Volevo ripercorrere i luoghi dove venivo quando ero piccola, dove hanno vissuto i miei nonni materni e paterni. Un viaggio nel passato, un ritorno alle origini.

Ora abito con mio marito in Alto Adige, ma ho vissuto per molto tempo a Roma.

Diciamo che se qualsiasi persona mi chiedesse di dove sono, non saprei neanche rispondergli, perché di fatto non mi sento veneziana, né romana, né sudtirolese.

E penso che sia una fortuna questa cosa, perché impari a vivere intensamente quel determinato posto nelle sue diversissime abitudini e condizioni climatiche e a rispettare le persone che vi vivono.

Non esiste il posto perfetto, l’importante è  cercare di crearselo.

Tempo fa mio marito mi propose di trasferirci in India per lavoro. Ecco, sarei partita immediatamente. Non mi fa paura il cambiamento, anzi penso sia una predisposizione del mio animo».

Mi chiamo Giulia,ho 23 anni e studio all’Accademia di Belle Arti di Venezia.
Mi piace il cinema,passeggiare e fotografare …
Sono una persona irrequieta ma sto iniziando a darmi una calmata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *