Storie, terza tappa

Viviamo molto spesso racchiusi in una cassaforte di emozioni, passioni, desideri, convincendoci del fatto che nessuno sappia il codice per aprirla. Poi, un bel giorno, si presenta una bomba ad orologeria chiamata realtà e ogni nostro piccolo segreto contenuto nella cassaforte si disperde nell’aria fredda della vita.

Stefano, il protagonista della terza tappa di Storie ci parla della sua cassaforte e del suo modo di far pace con la realtà.

Stefano, foto dell'autrice
Stefano, foto dell’autrice.

«Se la scuola poteva essere pesante per gran parte dei miei compagni, per me non lo era. Ogni qual volta volessi approfondire un determinato argomento lo facevo appena tornavo a casa. La curiosità mi ha sempre spinto al di là di quello che potesse offrirmi l’apparato scolastico.

Ho sempre cercato di mantenere e ampliare le mie passioni, a volte forse troppe e di svariata natura, ma che mi hanno permesso di tenere lontana la noia e sopportare le pesantezze della vita quotidiana.
Bisogna trovare un modo per esprimere il dissenso, comunicare il flusso di pensieri che corrono alla velocità della luce nella nostra mente. Scrivere poesie, per un certo periodo della mia vita, mi ha permesso di trasmettere ciò che volevo dire, urlare, sbraitare.

La filosofia, invece, mi ha reso consapevole che qualcosa nel mio modo di recepire i messaggi della realtà fosse non completamente assoluto. Quando lessi «Il primato della volontà» di Arthur Schopenhauer capii quanto l’essere umano sia completamente assoggettato ai suoi desideri, alle sue passioni e alla brama di esse che portano l’uomo sempre in uno stato di infelicità e di continua ricerca di altrettanti desideri che possano colmare il suo stato di vivere.

Ho capito che l’emozione, quel piccolo seme che cresce in noi e vuole subito trasformarsi in albero ed uscire dal proprio corpo deve essere, a volte, educato ed addomesticato dalla razionalità per imparare a convivere insieme ad essa».

Mi chiamo Giulia,ho 23 anni e studio all’Accademia di Belle Arti di Venezia.
Mi piace il cinema,passeggiare e fotografare …
Sono una persona irrequieta ma sto iniziando a darmi una calmata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *